martedì 26 gennaio 2016

Don Angelo Chizzolini: Santo subito!


Don Angelo Chizzolini, parroco di Arnasco, è salito agli onori della cronaca perché si è rifiutato, in una cerimonia funebre celebrata nella sua “Chiesa”, di “benedire” la salma di Aida Bellamoudden, moglie di un “cristiano cattolico” defunto, come lei, in seguito al crollo di una palazzina per una fuga di gas (non proprio miracolosa).
Don Chizzolini è stato oggetto di un feroce attacco mediatico per questo suo rifiuto, che è stato connotato sia dalla stampa che dalla RAI come una forma di “razzismo” “ripudiata” dal “buon” Papa Francesco che, invece, predicherebbe l’ “accoglienza”, la “tolleranza” e la “misericordia” nei confronti dei credenti in dei diversi da quello cattolico.
L’ipocrisia e la falsità della Stampa italiota e della RAI della Repubblica Pontificia Italiana sono a dir poco rivoltanti, posto che Don Chizzolini si è in realtà attenuto al rispetto delle strampalate, intolleranti e razzistiche “norme” del “codice canonico”, vigente ed approvato dal “buon” Papa Francesco, sicché il rifiuto di accoglienza, l’intolleranza e la spietata mancanza di misericordia nei confronti della “salma” della musulmana (infedele) è da ascrivere alla criminale associazione denominata “Chiesa Cattolica”, di cui Bergoglio è capo e responsabile, e non all’ultima ruota del carro che, come i soldati nazisti, ha obbedito agli ordini criminali imposti dai Vertici.
Va peraltro soggiunto che l’imposizione di un rito (sciamanico) cattolico ad un musulmano è un atto di prevaricazione illegittimo e inconcepibile, al pari dell’imposizione di un rito (sciamanico) musulmano ad un cattolico, sicché meraviglia che nessuno degli asserviti giornalisti abbia fatto notare o si sia indignato del fatto che era aberrante che uno sciamano cattolico “benedisse” con strampalati riti e con l’aspersione di gocce di monossido di diidrogeno la “salma” di un musulmano.
Personalmente non me ne frega un bel tubo di quella che sarà la sorte della mia carcassa, una volta chiuso il ciclo biologico: certo è che non ci tengo che uno sciamano cattolico o di altra strampalata setta religiosa “benedica” (??!!) la mia carcassa, in aperta violazione dei miei convincimenti atei. Da buon ateo sono immune alle superstizioni e so perfettamente che le benedizioni o le maledizioni non servono a nulla: ma vi sono credenti dementi che sono convinti che cambiare religione (=convertirsi) o subire i riti di altre religioni è un “peccato” che sarà sanzionato dal proprio UFO nell’aldilà. Quindi: perché mai è stato imposto ad Aida Bellamoudden il funerale religioso della setta cattolica, posto che questa era musulmana?
La risposta, ipocrita, dei cattogiornalisti è che la stessa “aveva in animo di convertirsi” al Supremo ed Unico Vero Dio: quello UNO e TRINO cattolico. E poi, come al solito, che male fa l’imposizione di un crocifisso, di un battesimo, di una cresima, di un funerale a chi non è cristiano o è ateo?
Luigi Tosti, 26.1.2016

5 commenti:

Attilio Folliero ha detto...

Caro Luigi ho ripreso questo tuo posto. Cari saluti
http://umbvrei.blogspot.com/2016/01/don-angelo-chizzolini-santo-subito.html

luigitosti ha detto...

Grazie, Attilio!

gianluca albertini ha detto...

Ci avevo creduto anch'io. Grazie di essere vivo Luigi Tosti

luigitosti ha detto...

Grazie a te, Gianluca!

gianluca albertini ha detto...

La tua è un'opera meritoria che aiuta a sconfiggere e rendere palese ciò che si sta verificando in questi giorni e si è verificato nel corso della storia criminale del cristianesimo e chiese settarie scissioniste quanto il cristianesimo rispetto al giudaismo.

https://www.youtube.com/watch?v=_YyJ-oXVefA

"ANZIANI" CHE NEGANO, come avviene nella storia criminale della chiesa e dei suoi "Vescovi" cattolici, ma la verità giudiziaria arriva anche per loro, compreso il cardinal Pell che ha detto, proprio lui, "la Chiesa troppo spesso non si è adeguatamente preoccupata dalle vittime di abusi" (Italia Oggi 3-3-2016) E lui dov’era, fuori dalla chiesa? Ma no, era impegnato a pensare e ideare un modulo cartaceo da far firmare ai fedeli sordi e muti per poter risarcire il meno possibile le richieste delle vittime denuncianti. (“In realtà si trattava di un sistema progettato per controllare le vittime, contenere gli abusi e proteggere la Chiesa,” ha spiegato la ricercatrice e editorialista Judy Courtin, che insieme a molti altri osservatori considera le azioni di Pell volte – più che ad aiutare i sopravvissuti – a “minimizzare i reati, occultare la verità, manipolare, intimidire e sfruttare le vittime”. Di certo uno studio di un avvocato australiano, Kieran Tapsell, dimostra che in media le famiglie che hanno accettato lo schema di Pell hanno avuto solo 33 mila dollari australiani (circa 22 mila euro), mentre coloro che hanno ottenuto giustizia attraverso i tribunali ordinari hanno intascato risarcimenti molto più alti, di circa 382 mila dollari) (L’espresso 1-3-2016).
E' lo stesso Pell che ha esternato questa ulteriore verità, già conosciuta ma ben nascosta anche da lui: "la Chiesa ha commesso errori enormi, ma sta cercando di rimediare. GLI ABUSI SUI BAMBINI SONO UN PROBLEMA DA SECOLI". (L'Espresso 1-3-2016).
Ma come si fa a fidarsi ancora di questi criminali e dell'invenzione del loro dio che permette loro di RIMANERE IMPUNITI IN TUTTO IL MONDO. Ma la pacchia sta finendo! E la verità sta emergendo nonostante la mafiosità della maggior parte dei mass-media e dei partiti politici in primis quelli dell'attuale e precedenti governi.